Chi fa da se' fa per...:
Girando per cantieri,in questi anni, ho trovato diverse persone con la volontà di voler fare un lavoretto particolare,diverso da quello quotidiano che svolgono tutti i giorni.Per esempio:un piccolo muretto,il rivestimento di una parete,ecc.Purtroppo la sola volontà il più delle volte non basta,e allora o pensato di aiutarli con questa pagina di spiegazioni e foto così da rendere il lavoro più semplice possibile.A onor del vero,a darmi questa idea è stato il mio amico"cicciuzzo",che ha la passione per il fai da te.Spero che questi due tutorial vi possano servire per abbellire
la vostra casa o il vostro appartamento.Buon lavoro!



 




Fai da te:come rivestire una colonna con dei blocchetti in calcestruzzo colorato

In questa pagina vedremo come rivestire una colonna portante in calcestruzzo con dei blocchetti in calcestruzzo colorato con finitura a spacco o splittati.La tecnica per rivestire il pilastro con blocchetti in cemento a regola d'arte, rimane la stessa se vuoi usare un'altro materiale,il mattone per esempio.Se userai il mattone dovrai solo cambiare il tipo di fugatura.Basta chiacchiere,partiamo!

La misura di questo blocco è di cm 48.8l,8.8h,9.5cm di spessore.Per prima cosa li "taglieremo" a metà con questa taglierina.Quindi con un blocco ne ricaveremo due.

Segnate a terra in prossimità della colonna da rivestire lo spazio che occuperà il rivestimento.

 

Posate la prima fila con la malta,fate in modo che sia perfettamente a livello su tutti e quattro i lati.Un accenno sul tipo di malta;in questo caso ho usato malta bianca fornita dall'azienda produttrice dei blocchi.Se i blocchi non sono di colore bianco,potete usare malta premiscelata faccia a vista tipo MGK18 Grigolin,oppure MV40 Fassa Bortolo,facilmente reperibile in tutta italia.
Siamo arrivati a un passaggio fondamentale per la buona riuscita della colonna.Con un filo a piombo riportate sul soffitto i quattro angoli del pilastro.Piantate un chido per ciscun angolo e legateci un filo,come nella foto.Così facendo non dovrete preoccuparvi di piombare ogni singolo blocchetto,basterà avvicinarlo al filo a piombo.
Fin quì abbiamo seguito le fasi che ci portano all'inizio della posa vera e propria,quindi d'ora in poi non ci resta che posare un blocco dopo l'altro stando attenti a controllare che le filate siano perfettamente a livello.Ora vi è più chiaro il lavoro che svolgono i quattro fili a piombo agli angoli,non devi far altro che avvicinare ii blocchi fino a sfiorare il filo senza toccarlo.
Quand'è il momento giusto per fugare?Dipende dal tempo,sole,nuvolo,ecc,ecc.Un metodo infallibile e quello di tastare la fuga con il dito e se non rimane sporco di malta,allora quello è il momento giusto.Ora,con un ferro tondo raschiate leggermente la malta in esubero dalla posa.
Sempre con il tubo scorrete e comprimete la fuga fino a farla diventare bella liscia.Fate attenzione a questo passaggio perchè da questo dipende l'intera riuscita dell'opera.

E questa è la colonna finita,per voi non è stato ne semplice ne veloce,ma alla fine ci siete riusciti.Complimenti!Ora,e solo ora,potrete concedervi un bicchiere di vino o una birra e con la bottiglia in mano rivolti verso vostra moglie"...eh hai visto?

Come insegnato da investools, uno deve sempre prendere le migliori decisioni di investimento e pensare a lungo termine. È meglio investire sulla qualità delle colonne. Sono più resistenti e possono durare lunghi periodi di tempo.

(Ringrazio Stefano per le foto,e Bred Pittis per il supporto logistico.)